17 Mar

IX Congresso Nazionale dell’Associazione AIAr: resoconto

Slider_2016

La nona edizione del Congresso Nazionale dell’Associazione AIAr dal titolo : Un ponte tra Arte e Scienza: Passato, presente e prospettive future”, si è tenuto presso il Centro Congressi  Aula Magna “Beniamino Andreatta” dell’Università della Calabria, Arcavacata di Rende (CS), dal 9-11 Marzo 2016. Questa edizione ha avuto inizio con una scuola pre-convegno dal titolo “Tecniche analitiche per i Beni culturali”, a cui hanno partecipato 16  studenti tra dottorandi, borsisti ed assegnisti attivi nel campo delle scienze applicate ai beni culturali, provenienti da tutta Italia.Il convegno ha avuto un totale di 120 contributi, di cui 57 presentazioni poster e 63 comunicazioni orali, suddivise in due sessioni parallele, in cui si sono discusse ricerche attinenti a diversi aspetti del patrimonio culturale. In virtù della multidisciplinarità dei contributi ricevuti, il Convegno è stato aperto da una lecture tenuta dalla Dr.ssa Anna Maria Cerioni, Responsabile Servizio Restauri della Soprintendenza Capitolina, Roma , dal titolo Indagini diagnostiche e restauro di beni monumentali: il caso della Fontana di Trevi , in cui sono state presentate e discusse differenti problematiche che interessavano diversi ambiti della ricerca applicata al patrimonio culturale.  Non sono mancate presenze istituzionali quali il Rettore dell’Università della Calabria, Prof. G. M. Crisci, il presidente della Regione Calabria, On. M. Oliverio, la direttrice della Soprintendenza belle arti e paesaggio della Calabria, Dr.ssa M Eichberg, la Direttrice del Polo Museale regionale della Calabria, Dr.ssa A. Tecce, il Direttore del Dipartimento DiBEST, Prof. C. Indiveri.

Il Convegno è stato caratterizzato da una elevata presenza di giovani, ma anche di diverse aziende che sono state presenti per tutta la durata dell’evento con l’esposizione dei loro prodotti. Inoltre alcune di esse, hanno promosso due premi, uno per la migliore presentazione orale, vinto dal Dr. Celestino Grifa dell’Università del Sannio, che del miglior poster, vinto dalla Dr.ssa Valentina Rotolo dell’Università di Palermo.

Oltre che dall’alto livello scientifico, il Congresso è stato caratterizzato anche da momenti di socializzazione grazie all’organizzazione di un Apericena, con successivo spettacolo teatrale, offerto dall’UNICAL, a cui ha partecipato un elevato numero di congressisti, fino alla cena sociale a cui hanno aderito circa 80 persone.

Nell’ambito del congresso si è anche tenuta l’assemblea dell’Associazione nella quale sono stati approvati il bilancio consuntivo del 2015 e il bilancio preventivo 2016, nel quale si è potuto prevedere un notevole incremento delle risorse utili a promuovere la ricerca dei giovani ricercatori, grazie al notevole avanzo di cassa generato dal congresso. Tutti i documenti riferiti all’assemblea saranno pubblicati sul sito web dell’associazione.

Infine si desidera ringraziare tutti i partecipanti, le aziende e lo staff della  organizzazione locale, che, con il loro contributo, hanno permesso la realizzazione di un evento che sicuramente si ricorderà per molti anni nella vita associativa.

Per il comitato organizzatore
Mauro La Russa